Cisco Italia Blog
Share

La sicurezza delle reti mobili di nuova generazione

- September 28, 2017 11:00 am

Per supportare la mobilità 5G i provider di servizi dovranno adottare un approccio olistico alla sicurezza.

Con la diffusione delle reti mobili in tutto il mondo, le nostre vite dipenderanno sempre più da dispositivi connessi. Utilizziamo continuamente telefoni e tablet per comunicare con gli amici e lavorare in modo più efficiente. Per non parlare di quando organizziamo viaggi, facciamo acquisti e guardiamo film.

E questo è solo l’inizio. Con l’espansione di Internet of Things (IoT) aumenterà il numero di dispositivi online. Le nostre automobili, i nostri orologi e anche gli elettrodomestici iniziano già a essere connessi.

L’evoluzione delle strutture delle reti
I nuovi servizi mobili avranno bisogno di nuovi tipi di rete e, con il passaggio da 3G
a 4G, le reti saranno sempre più basate su IP. Con il 5G dipenderanno esclusivamente da IP.

Vodafone Hutchison Australia (VHA) è uno dei primi provider di servizi con cui stiamo collaborando, insieme a Ericsson,  per prepararlo alle sfide del futuro, utilizzando la tecnologia di virtualizzazione per semplificare l’infrastruttura di rete aziendale.

Ciò consentirà a VHA di diventare più agile, innovativa e proattiva nel proporre i propri servizi al mercato. Potrà offrire una migliore customer experience e, in ultima analisi, conseguire significativi risparmi grazie alla maggiore efficienza ottenuta.

Kevin Millroy, Chief Technology Officer di VHA, ha dichiarato: “Questa trasformazione ci consente di introdurre nuove applicazioni favorendo l’innovazione e migliorando il servizio ai clienti e l’esperienza dell’utente. La nuova infrastruttura apre a Vodafone la strada verso nuovi modelli di business e mercati, come IoT: siamo entusiasti delle prospettive future offerte da questa partnership.”

La rete mobile 5G dipenderà in larga misura da virtualizzazioni come questa.

Patrick Donegan, analista di Light Reading, azienda del settore delle comunicazioni, afferma

“Nel settore delle telecomunicazioni si sta raggiungendo un consenso generale sul fatto che il 5G richieda un’infrastruttura di virtualizzazione delle funzioni di rete (NFV) completa di tutte le funzionalità. Il modello frammentario di virtualizzazione, pertanto, non sarà più attuabile dopo il punto di flesso del 5G.”

Le nuove sfide della sicurezza
Le strutture di rete aperte e basate su cloud presenteranno nuove opportunità di business ai provider di servizi. Ma aumenteranno le opportunità per gli hacker, di sferrare attacchi tramite dispositivi, reti o cloud.

In futuro, l’idea di creare un perimetro di sicurezza attorno alla rete avrà sempre meno senso. ffinché i servizi mobili 5G abbiano successo, i provider di servizi dovranno assumere un approccio diverso, più olistico.

Supportare i servizi del futuro

La tecnologia Cisco consente ai provider di servizi di creare un’architettura di sicurezza integrata in grado di supportare le reti del futuro. Già dallo scorso anno, abbiamo collaborato con Ericsson per aiutare 3 Italia nel passaggio alla rete IP mobile.

Utilizzando nostre tecnologie e servizi, tra cui l’appliance Cisco Firepower 9300, il provider ha migliorato sia le prestazioni che la stabilità.

Nunzio Mirtillo, Presidente della Regione Mediterranea di Ericsson, ha dichiarato: “Sfruttando le capacità complementari di Ericsson e Cisco, stiamo spianando la strada al 5G, rispondendo alle esigenze sempre crescenti di traffico dati e consumer.”

Un approccio completo alla sicurezza
Cisco può offrire questo tipo di sicurezza con la gamma completa di prodotti di qualità eccellente. I prodotti vengono continuamente aggiornati grazie al supporto di Talos, il nostro team di esperti di sicurezza in grado di monitorare qualsiasi minaccia globale.

Ma il valore aggiunto che distingue Cisco è la capacità di unire soluzioni di prima classe in un’architettura di sicurezza integrata, che fornisca la visibilità e le capacità di analisi necessarie per combattere le minacce all’interno della rete.

Questo è l’unico approccio che può supportare i servizi mobili del futuro.

Leggete il post di Gee Rittenhous per scoprire come Cisco Security può aiutare a prepararvi per 5G e Internet of Things.

Tags:
Lascia un commento

Share